#parlatecidivoi: “Dimore Storiche Corte Chiesa”, un indimenticabile tuffo nel passato

0
325

Sembra di tornare indietro nel tempo, si respira aria di storia”.

Sono queste le prime parole dei nostri ospiti accolti in uno dei borghi più suggestivi e affascinanti della Grecìa Salentina, in cui il tempo sembra scorrere lento ed inesorabile.

Le Dimore Storiche Corte Chiesa, risalenti ai primi anni del 1500, sono collocate nella “corte” più antica di Corigliano d’Otranto, adiacenti la Chiesa Madre ed a pochi passi dal medievale Castello De’ Monti.

L’architettura delle tipiche “case a corte” si caratterizza per la predisposizione di uno spazio di vita comune, una sorta di salotto popolare dove, nei tempi andati, molte famiglie vivevano gran parte della giornata chiacchierando, ricamando e aiutandosi nelle faccende domestiche. Nei giorni di festa si usava mangiare tutti insieme apparecchiando una grande tavola nella corte. Era allora che il vicinato diventava una grande famiglia.

Ogni dimora racconta, ancora oggi, storie e segreti tramandati fino a noi dalle donne che per lungo tempo hanno popolato e reso unica questa Corte.

La Dimora di Nonna Concettina sembra custodire i segreti e i profumi delle squisite prelibatezze preparate per le sue nipoti e per le amiche del vicinato. Impossibile resistere ai profumi che provenivano da questa casa tanto da far sembrare ogni giorno domenica. Era capace di preparare con poco grandi piatti. La mattina presto, dopo la messa, Nonna Concettina apriva le porte della sua umile ma accogliente abitazione. Le signore della Corte, richiamate anche dall’aroma del caffè della moka appena montata, sapevano che era arrivato il momento di indossare il grembiule e recarsi da Lei.

La Sua passione riusciva a smuovere anche Nonna Lucetta, donna solerte che, all’ombra delle mura domestiche, con l’ausilio di semplici attrezzi sferruzzava per realizzare maglioni e scarpette di lana per neonati e adulti. La casa di Nonna Lucetta era sempre affollata da fanciulle a cui venivano affidati i cosiddetti “imparaticci” banco di prova per esercitarsi nei diversi punti ai ferri.

Nella Dimora posta al primo piano, invece, abitava Nonna Adelina, conosciuta da tutte le anime del borgo per la sua gentilezza e per la sua maestria nel ricamo. Pizzi e merletti da sempre hanno fatto la storia del Salento, tanto che ancora oggi non è raro imbattersi negli stretti vicoli dei borghi salentini, in donne sedute sull’uscio della propria casa intente a ricamare.

Le tre abitazioni, completamente indipendenti, affacciano in un atrio comune, la “corte” appunto, in un ambiente romantico e riservato adatto per far rivivere l’atmosfera di un tempo.

Le graziose dimore con angolo cottura, riservate ed esclusive, sono state autenticamente ristrutturate rispettando le tecniche architettoniche dell’epoca, conservando gli ampi caminetti in pietra leccese perfettamente funzionanti. L’arredamento, tipicamente storico, immerge il visitatore nella più intima e incantevole tradizione salentina, facendo rivivere ai nostri ospiti l’atmosfera di un tempo, abbinata ai confort dei nostri giorni.

Lasciatevi andare al ricordo di quei tempi riscoprendo la nostra tradizione. Sarà come rivivere un viaggio nel mondo femminile salentino che vi porterà alla scoperta di donne, anziane e fanciulle, dedite alle arti e che per anni hanno svolto un ruolo importante nell’ambito dell’economia domestica.

Via Chiesa – Corigliano d’Otranto (Le)

3203291905 – 3713519582

dimorecharme@gmail.com

www.masseriadonagostino.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui