“Travel Hashtag”: l’eccellenza del turismo tra progetti futuri e idee condivise

0
52

Seconda e ultima giornata, oggi, per Tavel Hashtag, conferenza itinerante ideata da Nicola Romanelli che, con la tappa pugliese di Borgo Egnazia (unica in Italia dopo Dubai, Londra e New York) chiude la serie di incontri mondiali organizzati per analizzare tutte le sfaccettature legate all’universo del turismo.

Non semplici approfondimenti, ma vere e proprie full immersion insieme a personaggi di spicco del settore “travel e hospitality”: professionisti, imprenditori, manager, tecnici, amministratori, giornalisti.

Patrocinato dal Ministero del Turismo, Ent, Pugliapromozione, in collaborazione con, tra gli altri, FederTerziario Turismo, Emirates e BTM, l’evento si è articolato attraverso vari talk.

In primo piano il “brand” Puglia inteso come identità di un territorio che ha tutte le potenzialità per diventare un marchio internazionale a patto che, come è stato più volte ribadito nel corso delle due giornate dedicate al convegno, i protagonisti sappiano cogliere l’unicità dei prodotti che può offrire. Il vero successo, per coloro che operano in prima persona in questo settore, ma anche per tutto l’universo ad esso collegato, non è solo la presenza di turisti in termini numerici. Non basta. Il vero target da centrare è la fidelizzazione, cioè fare in modo che il viaggiatore decida di ritornare, conscio del fatto di trovarsi in un contesto familiare e, al tempo stesso, bello da riscoprire ogni volta. Se l’offerta è all’altezza di questo compito, il resto verrà da sé.

<<I turisti devono imparare qualcosa da questa terra – ha affermato il General Manager di San Domenico Hotels Group, Emanuele Manfroi – , solo così può essere avviato questo processo virtuoso del “returning”>>.

<<La qualificazione dell’offerta turistica è uno dei pilastri su cui noi continueremo a lavorare anche all’interno del Piano Strategico – ha sottolineato l’assessore al Turismo della Regione Puglia, Gianfranco Lopane -, privilegiando politiche e interventi tesi a prolungare la stagionalità delle presenze>>.

In un contesto tale appare evidente l’efficacia di un lavoro di squadra i cui frutti siano alla portata di chiunque per un risultato partecipato. Momenti di confronto come questi sono linfa per il sistema turismo. Pensiero, questo, condiviso da Nevio D’Arpa, CEO & Founder di BTM che, da Borgo Egnazia, ha annunciato le prossime tappe di business Tourism Managment: <<Siamo già al lavoro per la prossima edizione di BTM che si terrà a Bari, nella Fiera del Levate, dal 1° al 3 marzo. Questo è un momento di avvicinamento, di confronto con esperti del settore che, a mio avviso, è fondamentale per costruire il futuro del comparto. Prima della “big date” di Bari, saremo a Trani, il 25 novembre, per dare seguito al nostro format BTM InterAzioni che ha già fatto tappa a Lecce e a Otranto, riscuotendo un notevole interesse da parte di tutti>>.

Travel Hashtag volge al termine ma il suo ideatore, Nicola Romanelli guarda già al futuro: << Da pugliese sono orgoglioso di come la mia regione sia riuscita a diventare, negli anni, tra le destinazioni più ambite e amate a livello globale dai viaggiatori, anche di fascia alta. Il turismo rappresenta, oggi, uno dei settori trainanti del mostro Paese. A mio avviso – conclude il patron dell’iniziativa –, la Puglia, che è terra di eccellenza, deve insistere su questo tema e aprirsi ai mercati emergenti, cercando, tuttvia, di riconoscere le necessità di questi mercato. Dopo la pandemia il turismo è cambiato, e questo è un dato di fatto>>.