Vivosa Apulia Resort: una stagione da incorniciare

0
68
Foto di R. Patti

90 mila presenze, un target alto di riferimento ed un flusso prevalentemente italiano. La stagione estiva si chiude, per Vivosa Apulia Resort, con bilancio più che positivo e con un successo che premia le strategie di marketing adottate. Vivosa è un “brand” con un posizionamento chiaro e di nicchia specificatamente per chi vuole una vacanza “like no other”, sicuramente eco, con una spa da sogno, attività per tutte le età e un luxury all inclusive da favola.

Da un lato una location come poche, in grado di coniugare il desiderio di relax e bellezza con ampi spazi aperti, a contatto con la natura e a ridosso del mare, dall’altro l’eccellenza intesa come comun denominatore di ogni settore: food, spa, attività sportive per grandi e piccoli, compresa la “vita da spiaggia” e i momenti da trascorrere a bordo piscina. Un percorso scandito dall’organizzazione perfetta del Team Vivosa al cui interno ciascun componente, operando nel proprio settore, si è speso con passione e competenza rendendo indimenticabile il soggiorno degli ospiti. Del resto, una delle caratteristiche di questa realtà tutta salentina, è proprio il lavoro di squadra che, sapientemente orchestrato dal General Manager, Silvio Grilli, ha prodotto ancora una volta ottimi risultati (in barba alle previsioni non proprio rosee annunciate durante la pandemia).

La stagione 2021,  inaugurata il 28 maggio, è partita subito alla grande, con una buona percentuale di prenotazioni registrate già da febbraio, a riprova della voglia, o meglio, dell’esigenza, da parte dei turisti, di vivere un’esperienza esclusiva. Ovviamente coniugando relax e sicurezza, binomio reso vincente in questo paradiso ugentino grazie ad una serie di accorgimenti adottati nel rispetto delle linee guida in materia di igiene, sanificazione e pulizia (uno degli aspetti più cari alla proprietà, nella persona di Damiano Reale).

<<Come era prevedibile abbiamo avuto una minore presenza di stranieri rispetto agli altri anni, ma questo gap è stato colmato da massicci arrivi di ospiti italiani, e da una rappresentanza interessante di svizzeri – afferma Veronica Milo, infaticabile Chief Marketing di Vivosa Apulia Resort, che aggiunge – abbiamo registrato il tutto esaurito, con numeri che sono andati ben oltre le nostre aspettative. Adesso, archiviata la stagione estiva, indirizzeremo i nostri sforzi ad un altro settore ricettivo, il MICE, che completa l’offerta di Vivosa. In realtà abbiamo già cominciato a lavorare in tal senso. A fine settembre, per esempio, abbiamo ospitato importanti eventi aziendali a riprova del fatto che anche questo segmento, dopo le difficoltà dell’ultimo anno e mezzo, ha cominciato a riprendere la sua corsa. Uno dei dati più lusinghieri inoltre oltre ai numeri eccellenti è il gradimento dei nostri ospiti, i quali tramite recensioni online, passaparola o compilazione di schedine post soggiorno hanno manifestato tutto il loro apprezzamento. Mi congratulo anche qui con l’incredibile Team Vivosa: la differenza la fanno le persone e a Vivosa ci sono autentiche “stars”. Lavorare nell’impresa turistica è stimolante – conclude – e diventa gioia pura quando tutti i nostri sforzi e i nostri sacrifici, incanalati nella giusta direzione, portano i risultati sperati. Aggiungo che anche “Masseria Fontanelle”,  una masseria “di mare” (situata ad appena 900 metri dal mare) ha fatto registrare un importante incremento rispetto alla stagione scorsa, a conferma delle ottime politiche commerciali adottate>>.