Verde urbano, Nardò tra i cinque comuni top di Puglia

0
108

Lo spirito verde dimostrato da Nardò negli ultimi tempi è valso, alla comunità stessa, un riconoscimento prestigioso a livello nazionale. Con 97 punti è il quarto Comune pugliese nella graduatoria delle migliori performance nella gestione del verde urbano. Si tratta della classifica “Top 5 strumenti di gestione del verde” (in cui compaiono anche Taranto, Tricase, Porto Cesareo e Campi Salentina), contenuta nella prima edizione del Rapporto Città Più Verdi di Puglia, il primo monitoraggio sulla gestione del verde urbano di Legambiente Puglia. Nardò ha avuto anche una “menzione speciale” nella categoria “Top 5 Teniamoli d’occhio” per i comuni con popolazione superiore a 15 mila abitanti (insieme a Taranto, Tricase, Ostuni e Bari).

Nella valutazione di Legambiente Puglia hanno pesato alcuni punti di forza della gestione del verde urbano in città negli ultimi anni: l’attività di censimento orizzontale del verde, il fatto che il Comune si sia dotato del Regolamento del Verde urbano e del Piano per il Verde urbano, l’adozione del Bilancio Arboreo di fine mandato al termine della scorsa consiliatura, il numero di alberi (5490) presenti nelle aree urbanizzate del territorio comunale, l’organizzazione del lavoro nella gestione del verde, l’attività di comunicazione, il censimento degli alberi monumentali, la presenza di aree protette (il Parco nazionale regionale di Portoselvaggio e Palude del Capitano e l’Area Marina Protetta di Porto Cesareo), forme di “adozione” del verde come la recente iniziativa dell’affidamento a privati della manutenzione di aiuole e rotatorie in cambio di una sponsorizzazione.

A ritirare il premio a Bari, nel corso di una cerimonia organizzata nei giorni scorsi presso la sala consiliare della Città Metropolitana sul lungomare Nazario Sauro, l’assessore all’Urbanistica e al Verde pubblico Andrea Giuranna e Ilaria Trinchera, presidente del circolo Legambiente Neretum.

<<È il giusto premio al lavoro svolto in questi anni – spiega l’assessore Giuranna –, per questo è più che doveroso un ringraziamento all’ex assessore all’Ambiente Mino Natalizio e al collega, ex titolare, tra le altre, della delega al Verde pubblico Oronzo Capoti. Legambiente ha riconosciuto gli sforzi fatti e il cambio radicale di visione e di metodo da parte dell’amministrazione comunale e dei soggetti che si occupano del verde in città. Nel solco di tutto questo proseguiamo l’impegno in un ambito in cui facciamo crescere la vegetazione, investiamo in manutenzione, abbiamo un’attenzione diversa all’estetica, come dimostra in quest’ultimo caso l’iniziativa dell’adozione delle aiuole e degli spazi verdi che abbiamo lanciato qualche giorno fa>>.

Città Più Verdi di Puglia è l’iniziativa promossa da Legambiente Puglia con il patrocinio dell’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e dell’Assessora all’Ambiente della Regione Puglia, finalizzata a valorizzare le migliori esperienze dei Comuni pugliesi in tema di gestione del verde urbano. Un “ponte” con tutti i Comuni della regione non solo per promuovere dal punto di vista quantitativo la presenza del verde, ma anche per stimolare le amministrazioni comunali alla buona gestione del verde, in linea con le aspettative dei cittadini, con il quadro normativo, con le esigenze di miglioramento della qualità della vita.