Turismo lento nei luoghi di culto: torna “Chiese Aperte” a Nardò

0
42
Chiesa di San Domenico - Nardò

Turismo lento e consapevole non solo per scoprire e conoscere gli angoli naturali più belli della zona – e ce ne sono davvero tanti – ma anche per apprezzare il patrimonio artistico, storico e culturale che sono la cifra identitaria di Nardò la cui amministrazione anche quest’anno ripropone un’iniziativa che unisce valori quali ospitalità e promozione del territorio. Anche per questa estate 2024 torna Chiese Aperte, il servizio di accoglienza turistica nelle chiese del centro storico. Con la disponibilità della diocesi Nardò-Gallipoli e  con il supporto della cooperativa sociale Ipso F.A.C.T.O., sarà garantita l’apertura delle chiese nella fascia oraria compresa tra le ore 20.00 e le 22.00, ogni venerdì, sabato e domenica. Gli operatori faranno da guida nella visita e forniranno informazioni basilari sul luogo di culto e sulla sua storia. Il servizio partirà già nel prossimo weekend e terminerà il 3 settembre.

Le chiese interessate sono la basilica cattedrale Maria SS. Assunta, San Domenico, Santa Teresa, San Giuseppe, Sant’Antonio, Immacolata, Santa Chiara e Carmine. La bellissima novità di quest’anno è la chiesa di San Trifone in piazza Salandra, che è rimasta chiusa per decenni e che è tornata alla fruizione di tutti solo da qualche giorno.
Informazioni presso Opera Seme Point in via Duomo n. 11 oppure al numero di telefono 392 6649584

<<Molto spesso – dichiara l’assessora alla Cultura Giulia Pugliaturisti italiani e stranieri manifestano l’esigenza di visitare le chiese in orario serale, magari dopo una giornata al mare. È l’occasione per scoprire questo profilo bellissimo del patrimonio architettonico e religioso della città, un pezzo importante del mosaico di bellezza della nostra città>>.