Rita Borsellino ospite d'onore a Tuglie, per la quinta edizione del Festival nazionale del Libro

2
349

Domani sera sarà Rita Borsellino ad aprire ufficialmente la quinta edizione di “Tuglie Incontra”, il Festival nazionale del Libro, in programma a Tuglie, dal 4 al 20 luglio.
La bella piazza Garibaldi ospiterà anche anche Andrea Scanzi, Ferzan Ozpetek,Federico Rampini, Albano Carrisi, Adua Villa, Paola Maugeri, Gianluca Longo, Fabio Zavattaro, mons. Vito Angiuli, don Antonio Sciortino e Antonio Caprarica.
Il Festival, mira a mettere al centro l’autore, coinvolgendo un pubblico quanto mai folto e variegato, con un occhio di riguardo ai giovani. In programma non solo incontri tradizionali, ma dei veri e propri eventi, ognuno con delle proprie caratteristiche. Momenti di teatro, reading, degustazioni, musica, incontri e confronti. Sono queste le forme artistiche che si sviluppano nel corso del Festival. L’arte, inoltre, la protagonista indiscussa, grazie alle installazioni delle tradizionali luminarie della ditta “Luminarie Cesario De Cagna” di Giuseppe De Cagna e Fratelli da Maglie (Le), senza trascurare la fondamentale componente legata alla promozione del territorio e dei suoi prodotti di qualità.
“Non chiederti cosa può fare il tuo paese per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese. Questa celebre frase di John Fitzgerald Kennedy – afferma Gianpiero Pisanello, organizzatore del Festival Nazionale del Libro – è alla base di Tuglie Incontra 2015. Piccoli incontri che, man mano sono cresciuti ed hanno attratto l’attenzione del territorio e di migliaia di lettori. Ritrovarsi intorno ad un libro, alla sua storia e creare un momento di condivisione con giovani, ragazzi ed adulti è il successo più grande che questo Festival abbia potuto raggiungere in questi anni. Per la quinta edizione Tuglie Incontra scende in piazza, apre il libro della propria storia e si confronta con l’intera comunità e con i tanti lettori che giungono dal resto del Salento”.
Ad aprire ufficialmente il Festival, è la sorella di Paolo Borsellino, Rita Borsellino, intervistata dalla giornalista Lara Napoli. Introduce la serata intitolata “Sulla strada della legalità” l’organizzatore Gianpiero Pisanello.
Rita Borsellino è nata a Palermo il 2 giugno 1945. È laureata in Farmacia, sposata e madre di tre figli. Il suo impegno sociale inizia dopo la strage di via D’Amelio dove perse la vita il fratello, il giudice Paolo Borsellino. E allora, infatti, che da mamma e farmacista, riservata e dedita alla famiglia, Rita Borsellino inizia a operare nel sociale, soprattutto nelle scuole, per costruire e rafforzare la coscienza antimafia in Sicilia e in tutto il Paese. Nel 1998 viene eletta presidente dell’Associazione Piera Cutino guarire dalla talassemia Onlus con sede a Palermo ed attualmente è presidente onorario. Con l’Arci ha dato vita alla Carovana Antimafia e con don Luigi Ciotti all’Associazione Libera contro le mafie, di cui è stata vicepresidente prima e presidente onoraria poi fino al 2006 quando si candida come presidente dell’Unione alle regionali in Sicilia. Per sostenere la sua candidatura nascono in tutta l’isola 200 comitati spontanei, formati da partiti e società civile organizzata, chiamati cantieri, che elaborano il programma partecipato. Da questo fermento nasce il movimento Un’Altra storia, di cui Rita Borsellino è Presidente. Un movimento che in nome del cambiamento vuole mettere insieme i partiti dell’Unione, la società civile organizzata siciliana e i giovani. Nell’aprile 2009 si candida alle elezioni europee e il 7 giugno dello stesso anno viene eletta europarlamentare, dopo una intensa campagna elettorale condotta fra la Sicilia e la Sardegna, ottenendo un successo sorprendente, ben 229.981 voti, un risultato che la rende la seconda candidata più votata in Sicilia. Nel 2012 costituisce il Centro Studi Ricerche e Documentazione Sicilia/Europa “Paolo Borsellino”, di cui è Presidente onoraria, che ha tra le proprie finalità quelle di riportare alla luce e custodire fonti documentarie e testimonianze di esperienze educativo-didattiche sorte su territorio siciliano e ispirate a innovativi modelli di più ampio respiro europeo.
La quinta edizione di “Tuglie Incontra – Festival Nazionale del Libro” si arricchisce anche dei “Laboratori del Gusto” a cura di Slow Food Neretum. Location degli incontri la Sala Unione Servizi Volontari di Piazza Garibaldi a Tuglie.
Il primo appuntamento è fissato per il 4 luglio, alle 22.30, per il Laboratorio del Gusto “Formaggi e latticini del Salento”: degustazione guidata di mozzarelle, ricotte, primosale, caciocavallo, e di diverse declinazioni dell’arte casearia salentina in abbinamento a prodotti da forno e a due vini del territorio.
Per info e prenotazione: 338/7755897 – 328/1492261 – Costo 15 € per i Laboratori del Gusto; Costo 10 euro per “Mani in Pasta Baby” e “Mani in Pasta Adulti”.
I prossimi appuntamenti
Mercoledì 8 luglio, con la presentazione del libro “La vita è un ballo fuori tempo” (Rizzoli) di Andrea Scanzi, intervistato dal giornalista Rai Tgr Puglia Antonio Gnoni.
Il regista e scrittore Ferzan Ozpetek è il protagonista assoluto del Festival, sabato 11 luglio, alle 21. A lui, insieme a Patrizia Cesari, il compito di presentare il libro “Sei la mia vita” (Mondadori).
Il corrispondente di Repubblica da New York Federico Rampini e il cantante Albano Carrisi sono i protagonisti di domenica 12 luglio. Il primo presenta “All you need is love” (Mondadori), l’artista di Cellino, invece, “La cucina del sole. Le mie ricette del cuore” (Mondadori), insieme alla giornalista Azzurra De Razza.
Eccezionalmente, lunedì 13 luglio, alle 20.30, “Tuglie Incontra” si sposta presso le “Cantine Rosa del Golfo”, in via Garibaldi 18, ad Alezio, per la “Notte Rosa del Golfo”. A salire sul palco la sommelier Adua Villa, che presenta il libro “Vino rosso tacco 12” (Cairo), insieme ad Azzurra De Razza e a Damiano Calò, titolare della cantina, per la cinquantesima vendemmia del Rosa del Golfo.
Martedì 14 luglio, alle 20.30, Paola Maugeri torna a Tuglie per presentare il libro “Alla Salute! 100 succhi, smoothies e sfizi made in Las Vegans” (Mondadori), intervistata da Adua Villa, mentre alle 22.30, tocca al musicista Gianluca Longo presentare in anteprima assoluta l’ultimo lavoro discografico “Aubergine”.
Il vaticanista del Tg1 Fabio Zavattaro è il protagonista di mercoledì 15 luglio, dove presenta il nuovo libro “Stile Bergoglio, effetto Francesco. I segreti di un successo” (San Paolo) insieme alla giornalista Cecilia Leo. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale UP.
Domenica 19, la storia di don Tonino Bello è raccontata da mons. Vito Angiuli, insieme al direttore di Famiglia Cristiana don Antonio Sciortino che presentano il libro, edito da San Paolo, scritto dallo stesso vescovo della diocesi Ugento-Santa Maria di Leuca, dal titolo “Don Tonino visto da vicino”.
Alle 22.30, la giornata si conclude con il giornalista Antonio Caprarica che presenta il libro “Il romanzo di Londra”(Sperling & Kupfer). Ad intervenire Rossella Galante Arditi di Castelvetere.
La quinta edizione del Festival Nazionale del Libro si conclude con una grande festa in piazza Garibaldi, prevista per lunedì 20 luglio, alle 21, dal titolo “Tuglie In…Festa 2015 – Spettacoli e Performance di Strada”. Sono previste, fino a tarda notte, letture animate per bambini, The Sprockets, l’animazione dell’arte di strada dei Girovaghi, le bancarelle di “Libri in Piazza”, il teatro di “Trip – Viaggio nel Salento tra Santi e Fanti” a cura di Factory Compagnia, la forza musicale della “Salento Funk Orchestra” e degustazioni di Prodotti Tipici di Puglia.
Tuglie Incontra 2015 – “Laboratori del Gusto” e “Mani in Pasta” a cura di Slow Food Neretum
La quinta edizione di “Tuglie Incontra – Festival Nazionale del Libro” si arricchisce anche dei “Laboratori del Gusto” e di “Mani in Pasta” a cura di Slow Food Neretum. Location degli incontri la Sala Unione Servizi Volontari di Piazza Garibaldi a Tuglie.
Si inizia il 4 luglio, alle 22.30, per il Laboratorio del Gusto “Formaggi e latticini del Salento”: degustazione guidata di mozzarelle, ricotte, primosale, caciocavallo, e di diverse declinazioni dell’arte casearia salentina in abbinamento a prodotti da forno e a due vini del territorio.
Si prosegue, l’8 luglio, alle 18, con “Mani in Pasta Baby” e “Mani in Pasta Adulti”, ovvero un mini-corso per imparare a fare le orecchiette e i maccheroncini sotto la guida esperta delle “mamme” e delle “nonne” salentine. Alle ore 22.30, invece, si svolge il laboratorio “Street Food Salentino”: degustazione guidata dei due cibi di strada più rappresentativi del Salento, il rustico leccese ed il calzone fritto in abbinamento a due birre artigianali del territorio.
Il 14 luglio ritorna, alle 18, “Mani in Pasta Baby” e “Mani in Pasta Adulti”.
Mercoledì 15 luglio, alle 22.30, si svolge il laboratorio del Gusto “Salumi di Puglia”: degustazione guidata di capocollo di Martina Franca Presidio Slow Food e di una selezione di salumi pugliesi in abbinamento a prodotti da forno e due vini del territorio.
La conclusione, domenica 19 luglio, alle ore 21, è affidata al Laboratorio del Gusto “Pesce del Salento”: degustazione guidata di tre piatti a base di pesce pescato nel mar Ionio in abbinamento a due vini del territorio.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui