Premio Terre del Negroamaro, magico incontro di cultura e tradizioni

7
454

Un suggestivo connubio tra arte, sapori e tradizione, volto a valorizzare e promuovere il territorio locale esaltandone le tipicità che lo rendono unico e irripetibile. Tutto in un’unica sera, a Guagnano, nel cuore dell’estate salentina. È il Premio Terre del Negroamaro, in programma quest’anno per il 22 agosto prossimo e giunto alla sua sesta edizione. Ad organizzarlo è il Comune di Guagnano, in collaborazione con il Comitato tecnico operativo del progetto Premio Terre del Negroamaro, fregiandosi di patrocini autorevoli come la Regione Puglia, la Provincia di Lecce e l’Università del Salento. L’evento, che nella passata edizione ha registrato circa 30mila presenze, prende forma nel centro storico del paese, dando vita a un’incantevole liaison tra la piazza centrale e i vicoli che ne costituiscono il contorno.
Il fulcro della manifestazione è il grande palco allestito ai piedi della chiesa madre, nell’antica piazza dedicata alla Madonna del Rosario. Su di esso si alternano, nel corso della serata, i grandi protagonisti dell’evento, ossia coloro che ricevono illustri riconoscimenti per aver dato risalto, soprattutto professionalmente, al Salento o alla Puglia in generale. Nello stesso tempo in cui tutto ciò prende vita, le corti del centro storico risuonano di tradizione e sapori, animate dall’arte di strada messa in scena sotto innumerevoli forme, e condite dal sapiente operato di aziende vinicole e gastronomiche locali che, in quelli stessi stralci di territorio, offrono in degustazione vino e prelibatezze della tradizione nostrana. Il miglior vino delle terre del negroamaro e la squisita cucina locale si associano, armoniosamente, alle più belle forme dell’arte di strada, come la magia, i giochi di fuoco e il teatro. Fino a comprendere forme suggestive di intrattenimento, come la poesia intrecciata alle note che riecheggia nei giardini letterari. Per poi giungere allo spazio dedicato all’arte visiva, dove pittori e scultori locali mettono in scena i loro lavori, dando vita alle emozioni inequivocabili che a quei lavori saldamente si legano.
Tanti sono i nomi e le realtà di spicco che nel corso degli anni hanno ricevuto il noto riconoscimento da cui lo stesso evento prende il nome. Dall’Istituto di nanotecnologie dell’Università del Salento, premiato nel 2009, al regista salentino Edoardo Winspeare, premiato nel 2010. Dall’enologo irpino Severino Garofano, che ha segnato l’edizione del 2011, ai Sud Sound System e all’ex rettore dell’Università del Salento Domenico Laforgia, premiati rispettivamente nel 2012 e nel 2013. Oltre a loro, altri nomi di rilevanza indiscussa hanno calcato il palcoscenico guagnanese, ricevendo riconoscimenti come il Premio Ambasciatore del Negroamaro, il Premio alla Comunicazione e il Premio Radici di Negroamaro. Tra questi, il presidente di Mixer media Paolo Pagliaro, il giornalista Rai Marcello Favale e la firma de Il Sole 24 Ore Antonella Millarte. Dal 2013 la manifestazione vanta l’intensa collaborazione del GAL Terra d’Arneo, che nel corso della serata consegna il Premio Giornalistico Internazionale, a conclusione del relativo concorso volto a favorire la conoscenza dell’Arneo e delle sue eccellenze. Ed è lo stesso GAL che nel 2013 ha portato sul palco di Guagnano Roberto Vecchioni, consegnandogli il Premio Speciale Terre del Negroamaro a conferma del suo infinito amore per il Salento.

A chiudere la serata è da sempre la musica d’autore italiana, un ruolo che lo scorso anno è toccato a Grazia di Michele, preceduta da Marina Rei nel 2012. Si attendono, adesso, i dettagli della nuova edizione. Per il momento risulta confermata la conduzione della serata, affidata a Fernando Proce, noto speaker dell’emittente radiofonica nazionale RTL 102.5. Proce avrà l’onore di portare in scena, per il secondo anno consecutivo, un evento che assume proporzioni sempre più vaste, ma che mai perde di vista il suo obiettivo primario, racchiuso nella più ampia valorizzazione del territorio locale e delle sue risorse preziose.

7 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui