Nel Salento la prima Borsa internazionale turistico congressuale

8
358

Nel Salento la prima Borsa internazionale turistico congressuale. Fino al 16 novembre 20 tour operator provenienti da tutta Europa, dalla Cina, Giappone, America, Russia e dagli Emirati Arabi avranno occasione di conoscere alcuni paesi del Salento e di partecipare ad un workshop b2b, al fine di conoscere l’offerta del territorio e promuove, in maniera integrata pubblico-privata, il settore turistico e le sue potenzialità.
Ma soprattutto creare una rete di rapporti tra enti pubblici e privati per riuscire ad intercettare flussi turistici anche fuori il periodo estivo, proponendo ai visitatori sempre nuove ed attraenti proposte.
Il turismo congressuale si candida ad essere uno dei settori che maggiormente potrebbero svilupparsi nel Salento, per la capacità di accogliere gli ospiti non in luoghi asettici, ma strutture artistiche ricche di storia e indiscutibilmente belli dal punto di vista architettonico. Sempre più spesso, infatti, ad ospitare eventi vengono messe a disposizione location di prestigio quali chiese, castelli o palazzi. Di cui il Salento è indiscutibilmente pieno.
Gli ospiti stranieri faranno un tour nel territorio tra Brindisi e Lecce proprio alla scoperta di tali gioielli. Durante la loro permanenza avranno modo anche di conoscere qualcosa di più della storia, riti e tradizioni e naturalmente dell’enogastronomia del territorio.
Arrivati nel Salento dopo aver partecipato alla Btc (Borsa Internazionale del Turismo Congressuale di Firenze) il tour prevede la visita a Cellino San Marco presso le “Tenute Albano Carrisi” e successivamente alla collezione archeologica Faldetta di Brindisi, poi a Mesagne, per vedere il castello e la Mostra di Artigianato. Il gruppo si sposterà poi a Latiano, a Lecce dove visiteranno il Museo Ferroviario della Puglia, il centro storico e le location che potrebbero ospitare i congressi: teatro Paisiello, castello Carlo V, palazzo Turrisi, palazzo Vernazza e il Must. Presso Torre del Parco gli ospiti verranno accolti con la presentazione del progetto “Le Tavole dei Messapi” e con una cena messapica. Nei giorni successivi visiteranno Gallipoli e il suo castello; Tuglie e il Museo della Civiltà Contadina; a Galatone il palazzo Marchesale e la mostra delle macchine di Leonardo. A Galatina si visiterà il centro storico e la Basilica Orsiniana Santa Caterina d’Alessandria, le Gallerie del Teatro Tartaro e ci sarà la degustazione dei prodotti dolciari, enogastronomici, arte e artigia- nato. Altra tappa sarà Vernole, presso l’“Acaya Golf Resort”. E poi ancora Strudà, Acquarica di Lecce e Acaya sui sentieri dell’olio e i castelli di Andrano, Castro, Otranto, Copertino e Nardò.
Il tour è realizzato con il supporto tecnico della TTG Italia Spa, società del Gruppo Rimini Fiera, organizzato da Daniela Talà di Artinsalento con il sostegno di Aps Visitmessapia, Fondazione Moschettini, Laboratori Concept, Fondazione con il Sud, Uisp, Gal delle Serre Salentine e i Comuni di Brindisi, Mesagne Lecce, Gallipoli, Galatina, Vernole, Galatone, Tuglie, Otranto, Andrano, Castro oltre ad una filiera di partner pubblico/ privati.

8 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui