Mattarella a Lecce per la consegna delle “Aquile turrite”

0
82

È stata una cerimonia solenne e toccante allo stesso tempo. In una gremita Piazza Duomo, a Lecce, sono state consegnate le “aquile” a 48 giovani piloti al termine del corso di formazione al 61° Stormo di Galatina, rinomata scuola di addestramento dell’Aeronautica Militare, del 72° Stormo di Frosinone e del Centro Addestramento Equipaggi MultiCrew di Pratica di Mare. A rendere ancora più solenne e suggestivo l’appuntamento con la consegna dei brevetti, è stata la presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che ha preso parte alla cerimonia insieme al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Giuseppe Cavo Dragone e insieme al Gen. S.A. Luca Goretti, Capo di stato maggiore dell’Aeronautica militare.

La giornata è stata scandita dalla presenza di autorità civili, militari e religiose, e dall’emozione dei familiari degli allievi che hanno portato a termine il proprio percorso formativo.

<<La presenza di Mattarella significa tanto per la città – commenta il sindaco, Carlo Salvemini -. Per me un onore poterlo salutare a nome della nostra città, porgere a lui, che è stato baluardo e simbolo delle istituzioni nazionali e dell’intera comunità nazionale nei passaggi drammatici vissuti dal nostro Paese negli ultimi anni, il nostro ringraziamento>>.

Non è la sua prima volta nel capoluogo salentino. Già nel 2017, il capo dello Stato era giunto in città in occasione dell’inaugurazione del Teatro Apollo.

Ad accoglierlo, tra gli altri, anche il “padrone di casa”, Mons. Michele Seccia, che alla vigilia della cerimonia aveva detto di non avere esitato neppure un attimo nell’accogliere la richiesta da parte dell’Aeronautica Militare Italiana di poter svolgere la cerimonia di consegna dell’Aquila turrita proprio in Piazza Duomo, momento fondamentale nella carriera degli allievi piloti destinati alle linee caccia.

<<Per me una gioia stringere la mano al Presidente Mattarella – ha detto il prelato –, salutarlo e ringraziarlo a nome della comunità leccese>>.

Ph:https://www.quirinale.it/elementi/72018