L'"Orfeo ed Euridice" con la presenza straordinaria di Carla Fracci

0
421

L’ultimo spettacolo in programma per la 45esima Stagione lirica della Provincia di Lecce è stato l'”Orfeo ed Euridice” di Christoph Willibald Gluck. A rendere unica la rappresentazione è stata la presenza straordinaria di Carla Fracci.
La Fracci, universalmente riconosciuta come una tra le più grandi ballerine del ventesimo secolo, ha incantato il pubblico con le sue movenze eleganti. Per la protagonista della serata applausi d’affetto e di riconoscimento.
Nella galleria fotografica gli scatti più belli che ritraggono la ballerina durante la sua esibizione nell’Opera.

Le danze sono state realizzate dalla compagnia Balletto del Sud di Fredy Franzutti, che ne ha curato la coreografia.
Altra particolarità dell’Orfeo ed Euridice: la versione andata in scena a Lecce è stata realizzata dal compositore Sergio Rendine appositamente per la Stagione Lirica di Lecce e sarà in prima esecuzione assoluta, difatti negli ambienti editoriali e musicali, già viene chiamata “Versione di Lecce” ovvero Nuova edizione di Lecce in 2 atti, revisione di Sergio Rendine, 2014 (finora erano state rappresentate: la versione di Vienna, in 3 atti, in italiano; la versione di Parigi, in 4 atti, in francese; la versione cosiddetta Berlioz, in 4 atti, in francese; la versione cosiddetta Ricordi, in 3 atti, in italiano.
Punto cruciale è stata la divisione dell’opera in due atti, oltre alle diverse modifiche fatte sul testo, alcune delle quali sono:  abolizione degli inserimenti chiaramente spuri; lavoro certosino di scucitura e rimontaggio, al fine di un tessuto drammaturgico e musicale finalizzato alla presenza preponderante delle danze (assenti nell’autentica partitura di Vienna) che fortemente si è voluto realizzare a Lecce, soprattutto in onore del “mito” Carla Fracci; creazione di inversioni e riposizionamenti di “numeri” musicali, dando  così una nuova ed inedita sequenza dell’Opera. Si è scelto, inoltre, la versione con il mezzosoprano en travesti piuttosto che quella con il contro tenore per una più moderna e rigorosa unità di timbratura.
 
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui