L'auto di "Ritorno al Futuro" esposta a Torre Suda

0
253
Quando si muove per le strade lascia tutti a bocca aperta per la sua linea inconfondibile, tutti si girano per guardarla e non possono fare a meno di dire “Grande Giove!” . Ovviamente non si tratta di una donna, ma della mitica De Lorean, la macchina del tempo protagonista del film “Ritorno al futuro”, grazie alla quale “Doc” Emmett Brown (interpretato da Christopher Lloyd) e Marty McFly (ovvero Michael J. Fox) viaggiavano in lungo e in largo da un decennio all’altro.
L’auto, che ha fatto, e lo fa tutt’ora, sognare intere generazioni, presente in tutto il mondo in pochi esemplari, verrà esposta oggi 13 agosto nello piazza di Torre Suda a Racale, per accontentare i numerosi fan e gli appassionati del film. In mostra saranno due modelli e i fortunati proprietari sono Corrado Giuranno di Lecce e Alessandro Gentilini di Brindisi, che ha modificato la sua auto rendendola uguale a quella presente nel film “Ritorno al futuro 3”.
“Sono proprietario dell’auto dal settembre 2007 – inizia a raccontare Corrado Giuranno, tavianese d’origine -. Tutto è partito da una ricerca fatta da mio figlio: vendendo il film si è entusiasmato per la macchina e mi ha trasmesso la stessa passione. In pratica ha fatto tutto lui: ha subito cercato su internet informazioni relative all’auto e ci è riuscito”. Un viaggio ad Amsterdam, presso una concessionaria, dove da tanti anni era esposto un modello. Era di sera, aveva le porte ad ali di gabbiano aperte, aveva i fari e le luci accesi, ed è stato come vedere la cosa più affascinante del mondo. È stato amore a prima vista. “Appena l’ho guardata ho detto a mio figlio Gabriele: “Questa ce la portiamo a casa”. E così è stato”. pochi momenti per contrattare e chiudere con la concessionaria e poi, dopo un po’ di tempo la consegna a Lecce.
“Un conto è avere una Ferrari, un altro è possedere una De Lorean, che è davvero un’auto che hanno in pochi, è un’emozione indescrivibile e forte specialmente ad entrarci e guidarla – continua Giuranno – appena arrivata è stata presa d’assalto dai ragazzi che hanno iniziato a fotografarla”.
È così ogni volta che padre e figlio vanno in giro con lei. Nessuno riesce a staccarle gli occhi di dosso. “L’abbiamo
utilizzata per una vacanza in Sicilia e ogni volta tutti smettevano di fotografare i monumenti per fare degli scatti alla macchina. Siamo iscritti ad un club di auto storiche e partecipiamo ad ogni iniziativa – prosegue – ai raduni e ai rally, in particolare quello di Corfù organizzato da un club internazionale e che abbiamo vinto due anni fa”.
Bella, indiscutibilmente. Purtroppo non ha la capacità di viaggiare nel tempo, altrimenti: “Farei tanti viaggetti lampo, avanti e indietro nel tempo, per divertirmi e curiosare un po’”.
La presenza delle due auto è un fuori programma nel cartellone estivo degli eventi di Torre Suda, ma sicuramente molto gradito a turisti e locali. Intorno alla De Lorean c’è un giro immenso di curiosi e appassionati di tutto il mondo.
“Abbiamo voluto cogliere l’occasione ed esporre le due auto – commenta il vicesindaco di Racale, Frediano Manni –  uscendo un po’ dalle serate tradizionali, per dare un’attrattiva in più ai visitatori e a chi è alla ricerca di curiosità nel Salento”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui