La sfida avvincente della Marathon Salento: sport, natura e spettacolo

0
320

Con mille e più iscritti gli organizzatori della Mtb Casarano, arrivata alla terza edizione, sono contenti della riuscita della manifestazione. Una gara che per numeri di partecipanti e per il percorso scelto, è quasi unica in regione. Due percorsi, uno di 42 e l’altro di 72 chilometri, atleti provenienti da tutta Italia, sport, divertimento sotto un sole caldo e tra lo spettacolo naturale del parco di Ugento.
Si è gareggiato anche per la tappa inaugurale del 2014 del Trofeo dei Parchi naturali – Protek, circuito tra i più importanti nella disciplina del mountain bike che interessa le regioni Abruzzo, Lazio, Molise, Basilicata Campania, Campania, Sicilia.
Partenza e traguardo all’interno della Pista salentina, mentre tutto il percorso si è snodato tra il territorio di Ugento  e Salve, attraversando luoghi di selvaggia bellezza: località Rottacapozza, la Salita Bianca, il Casale, lambendo le marine di Torre Mozza, Lido Marini e Pescoluse.
 

 
“Già in partenza gli atleti hanno dovuto affrontare una bella fatica – ha affermato il presidente provinciale della FCI Giovanni Baronetti, illustrando le caratteristiche del percorso – un paio di km con una pendenza del 17 per cento, poi il percorso andava verso la litoranea di Ugento e oltre fino al territorio di Salve nella zona dei Fani, al ritorno la difficoltà era una salita con una pendenza del 15 per cento, fatta di pietriccio dove si rischiava di scivolare e poi una salita che molti hanno fatto a piedi”.
Tutto è andato nel migliore dei modi, qualcuno ha sofferto un po’ la stanchezza, qualcuno si è fatto male, ma nulla di grave. Partecipare ad una competizione del genere significa prepararsi con un allenamento costante, con almeno 12 ore settimanali.
A vincere è stato non solo lo sport, ma anche l’idea di poter valorizzare il territorio sviluppando un turismo alternativo. “Si è avuto un incremento del 22 per cento delle presenze – ha detto l’organizzatore Alfredo Pagliarulo – e sono stati coinvolti anche tour operator a livello nazionale”. Soddisfatto del risultato anche l’assessore provinciale al Turismo, Francesco Pacella, che però ha lamentato una sola pecca: l’assenza dei rappresentanti dell’Ente parco.
Non solo atleti preparati, a gareggiare ci sono stati anche 48 studenti provenienti dagli istituti scolastici di Casarano.
Il vincitore della gara di 72 km è stato Carmelo Dipasquale, del team Lombardo; secondo posto per Alban nuha del team Eurobike; terzo per Luigi Ferritto, Frw Oronero. Per la categoria Juniores, che ha percorso il giro da 42 km, il primo posto è stato di Marco D’Agostino del team Bykers Viggiano; seguito da Gabriele Grossi, team Eurobike e da Mauro Piccolo, pol. dil. Gaetano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui