La Fondazione Ico Tito Schipa lancia la petizione #savetheorchestra

2
257

L’Orchestra sinfonica Tito Schipa di Lecce rischia di chiudere e parte la petizione per salvarla #savetheorchestra.
Con l’approvazione in via definitiva, avvenuta lo scorso aprile, da parte della Camera dei Deputati in merito al ddl Delrio, la riforma delle Province è diventata ufficialmente legge dello Stato. Si conclude così un dibattito tenuto aperto da anni sulla necessità o meno di tenere in vita tali Enti. La riforma, vista nell’ottica del risparmio e della lotta contro gli sprechi, rischia però di danneggiare fortemente le strutture ad essi. Nel caso della Provincia di Lecce la Fondazione Ico Tito Schipa che gestisce l’Orchestra sinfonica, un importante organo per la diffusione culturale della Provincia.
Diversi artisti hanno lanciato appelli per cercare di salvaguardare tale patrimonio culturale, l’ultima è stata l’etoile Carla Fracci, ospite d’onore a Lecce. La Fracci durante la conferenza stampa di presentazione dell’ultima opera in programma per la 45esima Stagione lirica, nella quale era protagonista della coreografia disegnata da Fredy Franzutti per l’opera-balletto Orfeo ed Euridice di Gluck, fece un appassionato discorso sulla necessità di tenere in vita le strutture fucine di cultura. L’Orchestra nata nel 1977 ha avuto il piacere di ospitare tra direttori e solisti, artisti di fama mondiale come: Piero Bellugi, Hubert Soudant, Gustav Kuhn, Donato Renzetti, Aldo Ceccato, Richard Bonynge, Vladimir Delmann, Alain Guingal, Stefano Ranzani, György Györyvanyi Rath, Enrique Mazzola, Hansjörg Schellenberger, Michel Tabachinik, Josè Ramon Encinar, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Christoph Dejardins.
Gli appelli però, anche fatti da personalità importanti, non sortiscono effetto se rimangono isolati. La soluzione migliore per far sentire la propria voce, in questo caso, è chiedere il coinvolgimento di tutti. E mentre prosegue la programmazione della Stagione sinfonica d’estate, inaugurata con il premio Oscar Nicola Piovani, la Fondazione ha lanciato la petizione.
Chi volesse dare il proprio contributo può firmarla durante i concerti, oppure on line, sul profilo Facebook ufficiale della Fondazione Ico: www.facebook.com/ FondazioneIcoTitoSchipa
Di seguito il testo completo della petizione #savetheorchestra:
 
 

Unisci la tua voce alla nostra per salvare l’Orchestra Sinfonica Tito Schipa di Lecce.

 
Gent. Amico / Maestro / Prof. / Dott…………..,
 
l’imminente scioglimento delle Province e il riordino delle autonomie locali ha generato una particolare situazione di incertezza per il futuro della Fondazione “Istituzione Concertistica Orchestrale Tito Schipa” di Lecce che gestisce l’Orchestra Sinfonica, con i suoi 60 dipendenti.
 
L’Orchestra Sinfonica “Tito Schipa” rappresenta un’eccellenza straordinaria per il nostro territorio. È stata fondata nel 1977, su impulso del maestro Carlo Vitale, che l’ha diretta sino al 1988. La presenza costante di grandi direttori e solisti ospiti (Piero Bellugi, Hubert Soudant, Gustav Kuhn, Donato Renzetti, Aldo Ceccato, Richard Bonynge, Vladimir Delmann, Alain Guingal, Stefano Ranzani, György Györyvanyi Rath, Enrique Mazzola, Hansjörg Schellenberger, Michel Tabachinik, Josè Ramon Encinar, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Christoph Dejardins), ha rafforzato enormemente il suo valore sul territorio.
 
In ragione del particolare rapporto che lega la Fondazione I.C.O. alla Provincia di Lecce, il futuro del nuovo assetto politico-istituzionale e il drastico e imminente taglio di risorse determinano un grave stato di preoccupazione per il futuro dell’Orchestra, che rischia la chiusura.
Chiediamo dunque al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al Presidente della Regione Puglia, al Sindaco del Comune di Lecce di intervenire affinché l’Orchestra non sia costretta a chiudere.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui