La cerimonia di consegna delle onorificenze di "Cavaliere al merito della Repubblica" ai salentini reduci dalla campagna di Russia

2
318

Domani, alle ore 11, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini, a Lecce, si svolgerà la cerimonia ufficiale di consegna delle onorificenze di “Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana”, conferite dal già Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ai salentini reduci della campagna di Russia nella seconda guerra mondiale.
In particolare, saranno il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone e il prefetto di Lecce Giuliana Perrotta a consegnare i titoli onorifici a Giovanni Cerfeda (Diso), Michele Nicolaci (Veglie), Rocco Orlando (Melissano) e Giovanni Politi (Campi Salentina). Nell’occasione saranno ricordati anche Giuseppe Bruno e Vito Caputo (Melissano), recentemente scomparsi, con la consegna delle onorificenze ai familiari.
Alla cerimonia parteciperanno i consiglieri provinciali, il già difensore civico della Provincia di Lecce Giorgio De Giuseppe con il difensore civico emerito dell’Ente Giacinto Urso, i sindaci di Melissano, Campi Salentina, Diso e Veglie, Comuni di appartenenza dei reduci, le autorità militari e le forze dell’ordine del territorio provinciale e i rappresentanti dell’Associazione “Reduci di Guerra” di Veglie e dell’Associazione “Alpini” di Tuglie. Saranno presenti, inoltre, delegazioni di studenti del Liceo classico “Giuseppe Palmieri” e dell’Istituto d’istruzione secondaria superiore “Francesco Calasso” di Lecce, della scuola media e del Consiglio comunale dei ragazzi di Melissano.
Durante la cerimonia sono previsti gli interventi del professore Mario Spedicato, ordinario di Storia all’Università del Salento e del professore Marcello Quaranta, autore del libro “Fronte russo. C’eravamo anche noi”, dalle cui pagine riemergono i volti e i nomi di ben duemila soldati salentini, che hanno vissuto quella tragica esperienza di guerra.
A rendere ancora più toccante questo momento commemorativo saranno la proiezione di un video di 8 minuti, che raccoglie testimonianze suggestive di questa indimenticabile pagina di storia del nostro Paese, e la lettura da parte di Gianluigi Lazzari, docente universitario, della poesia in vernacolo “Surdatu mortu alla Russia” scritta da Nicola De Donno.
Nella stessa occasione, infine, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone consegnerà le medaglie di riconoscimento al personale dell’Ente andato in pensione negli ultimi due anni.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui