Inizia oggi la festa del Web a Lecce: workshop, incontri e proiezioni di alcune delle serie più viste

4
293

Ironiche, demenziali, o capaci di raccontare gli aspetti più nascosti della realtà, di riportare con fedeltà ciò che succede intorno.
La contro offerta alle serie e all’infotainment della televisione sono le web serie, che stanno facendo sempre più proseliti nel pubblico, ma che alletta anche attori, registi o giornalisti, desiderosi di provarsi nel genere, relativamente nuovo in Italia, facendo i conti con i linguaggi e i tempi della rete.
Non è solo un fenomeno del momento: le aziende sono sempre più interessate alle web serie come opportunità commerciale che genera milioni di visualizzazioni e fan fidelizzatissimi; si diffondono in tutto il mondo Festival delle serie e, addirittura, a breve saranno anche oggetto di studio nel primo corso universitario dedicato alle web serie e ai prodotti digitali alla Sapienza di Roma.
Se ne discute anche a Lecce, per la prima volta in Puglia, con la prima edizione del “TuBe Fest” la festa del Web, che nel suo ricco programma offre workshop su come si fa una web serie; proiezioni serali con ospiti delle serie più seguite quali ad esempio The Pills, e incontri formativi. Il festival sul web e le web serie è organizzato dall’associazione “Terra del fuoco mediterranea” con il finanziamento di Apulia Film Commission, e si svolgerà oggi e domani presso il Cineporto di Lecce con ingresso gratuito.
“L’idea nata dalla passione che alcuni di noi hanno per i prodotti seriali sul web – dicono gli organizzatori – ogni volta che ci incontravamo passavamo buona parte del tempo a commentare puntate, nuove serie e a scambiarci i link. Poi ci siamo chiesti perché non dar loro la stessa dignità di un prodotto cinematografico e così, fruttando un bando dell’Afc, abbiamo presentato un progetto, finanziato poi a valere su risorse FSC Cineporti di Puglia, ed oggi lo presenteremo”.
Si parte con il primo workshop oggi alle 17: si racconteranno le professionalità e le idee. Cosa significa scrivere e dirigere una web serie? Quanto un mezzo come la Rete incide nella realizzazione di prodotti seriali spesso autoprodotti partendo, semplicemente, da un’idea? Francesca Angelozzi di “I Move Puglia.TV” coordinerà la discussione tra il professor Luca Bandirali della facoltà di Scienze della Comunicazione, Mattia Coluccia autore e attore di The Pills, Terry Paternoster regista di Welcome to Italy, Valerio Di Benedetto attore e protagonista del fan movie su Dylan Dog.
Dalle 19 parte la sezione “Le web serie come al cinema” dedicata alle proiezioni.
“Pensavamo di essere in pochi a guardare le serie web, invece, portando avanti il progetto ci siamo accorti che piacciono ad un pubblico vasto ed eterogeneo – continuano gli organizzatori -. Con il TuBe festival vorremmo dare alle serie web una dignità cinematografica, organizzando delle proiezioni in sala che consentissero per la prima volta agli amanti del genere di guardare insieme ad altre persone ciò che solitamente vedono, da soli, su youtube”.
Concetto che verrà spiegato bene da Paolo Paticchio, presidente di Tdf Mediterranea e il professore Stefano Cristante, docente di Sociologia della comunicazione all’Università del Salento, dove è presidente del corso di laurea in Scienze della Comunicazione, che introdurranno la serata.
A seguire proiezione e dibattito con The Pills e Dino Amenduni, e a chiudere la prima giornata l’attesissimo incontro con il reporter di Fanpage.it Saverio Tommasi, che sarà presentato da Alessandra Lupo.
Nel pomeriggio del 23 settembre, sempre alle 17, il workshop “Abbiamo un’idea per il web. E mo? Forme di finanziamento” indagherà i nuovi strumenti e le nuove idee di sostenibilità economica per chi vuole approcciarsi al mondo della produzione delle serie web. Produttori ed esperti di crowdfunding e film fund saranno a disposizione dei partecipanti con le proprie testimonianze e competenze. In serata, tre proiezioni accompagnate dai protagonisti: Paga Tap del giovane regista salentino Giuseppe Pezzulla, e Vittima degli Eventi, il fan movie su Dylan Dog realizzato grazie al sostegno dei fan in rete.
“Ci piacerebbe che diventasse un appuntamento fisso, per ora ci godiamo questa edizione” – concludono i ragazzi.
Per avere informazioni: www.tubefest.it – www.facebook.it/tubefest.

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui