Il Paese dei Campanelli. L’operetta a Lecce

0
155

L’operetta sbarca a Lecce con un grande classico: Il Paese dei Campanelli.

L’appuntamento, fissato per domani sera, alle 20.45, al Teatro Apollo, rientra tra gli spettacoli in cartellone per la 50^ Stagione Concertistica della Camerata Musicale Salentina.

I ritmi coinvolgenti, la comicità spontanea e una pacata ironia strapperanno sorrisi e applausi  grazie a cantanti-attori ispirati e ai Solisti della Compagnia Italiana di Operette, l’ensemble che accompagnerà l’operetta con musica dal vivo.

Composta negli anni ’30 dalla coppia Lombardo – Ranzato, l’operetta diventa fin da subito popolarissima in virtù della leggerezza del testo e dell’orecchiabilità della musica che l’accompagna, ricca di momenti lirici e arie cariche di sensualità e sentimento in grado di evidenziare le potenzialità canore del registro sopranile delle interpreti.

Caratterizzata da siparietti divertenti su incantesimi, amori galeotti e musiche melodiche, l’operetta è ambientata su un’immaginaria isola olandese che porta questo nome per i numerosi piccoli campanelli posti sui portoni di tutte le case. Da tradizione, suonano magicamente se la donna di casa compie un adulterio, in modo che tutti gli abitanti vengano a conoscenza del peccato. Tutto resta tranquillo fino all’arrivo di una nave militare inglese. Gli ufficiali scendono a terra e accadrà l’inevitabile. La leggenda narra che se un giorno ogni cento anni i campanelli restassero muti, non suoneranno mai più. Quel giorno cade proprio durante la sosta dei marinai. Tutti sono avvertiti, nessuno vuole trasgredire, ma c’è chi, suo malgrado, riuscirà a rovinare tutto. Gli ufficiali ripartono con le mogli e sull’isola per altri cento anni esisterà ancora l’incubo dei campanelli, ma prima del calar del sipario la pace tornerà a trionfare.

Prevendite disponibili presso la sede della Camerata Musicale Salentina, il Castello Carlo V, online e nei punti vendita del circuito Vivaticket.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui