I volontari puliscono i fondali di Santa Caterina a Nardò: "Tuteliamo il nostro mare"

1
425

Una mattinata sott’acqua, nello splendido mare di Santa Caterina, a Nardò, per pulire i fondali. La seconda edizione di “Fondali puliti”, realizzata dall’impegno di subacquei volontari, ha visto rispetto alla prima una maggiore partecipazione, segno che c’è un’accresciuta sensibilità nei confronti della tutela dei luoghi e dell’ambiente.
A pulire il fondo del mare, lo scorso 6 giugno, sono accorsi subacquei da tutto il Salento, alle 8,30 c’è stato un breve briefing con i responsabili del diving, poi si sono distribuiti sacchetti e retini e finalmente si è dato il via alla giornata ecologica. I partecipanti sono stati divisi in gruppi e distribuiti lungo tutta la costa di riferimento. Alcuni si sono immersi, altri sono rimasti sulla costa o sono saliti sul gommone per aiutare nelle fasi di recupero rifiuti.
Anche in questa edizione, purtroppo, i rifiuti sono stati tanti, troppi. E di ogni genere. Gli pneumatici sono quelli che non mancano mai, a loro si sono aggiunti bombole da cucina, pile, lastre di ogni genere, oggetti di plastica, di stoffa, di vetro, di alluminio.
“È stata una giornata faticosissima, ma la voglia di partecipare era davvero tanta, ognuno di noi, pur di non saltare l’appuntamento ha preso un giorno di ferie dal lavoro – afferma Manuela Ratta, una dei volontari organizzatori -. Tutti i rifiuti presi li abbiamo raccolti in un punto sul marciapiede e la ditta chiamata per lo smaltimento li ha prelevati subito dopo”. Alla gioia per la riuscita dell’evento segue una riflessione sulla necessità di gestire la tutela della costa e dei fondali in maniera diversa e la speranza di da continuità ad una giornata che serve anche a staccare dalla routine quotidiana, facendo esperienza e nuove conoscenze.
“A fine esperienza vogliamo solo dire che il mare è di tutti, non sporchiamolo” – conclude la volontaria.
Quest’anno tanta fatica. Quest’anno per raccogliere lastre ci siamo
La manifestazione è stata possibile grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale, nelle persone del sindaco Marcello Risi e dell’assessore allo Sport Flavio Maglio; al supporto tecnico del Diving Costa del Sud e al sostegno della Capitaneria di Porto di Gallipoli, della Protezione civile e della ditta Bianco Igiene Ambientale srl.
Per chi volesse saperne di più può scrivere a: subsantacaterina@libero.it o visitare il gruppo fb: Santa Caterina Subvolontari.
Ecco alcune foto dell’evento

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui