Due giorni con il Circonauta Festival: a Nardò il mondo circense e degli artisti di strada

2
336

Torna a Nardò (Lecce) il 8 e il 9 luglio, dalle ore 20:00 alle ore 24:00, il Circonauta Festival, l’evento che apre la stagione estiva 2016, in una attesa edizione che non mancherà di stupire per le numerose novità in programma e tutte legate al mondo circense ed alle arti di strada.
La formula, che ne ha decretato lo strepitoso successo grazie alla partecipazione del numeroso pubblico intervenuto nella prima edizione del 2015 (9.000 presenze), resta invariata: un festival di circo di strada con spettacoli gratuiti e coinvolgimento diretto ed immediato.
Quest’anno il Festival sarà itinerante, tra luglio e ottobre tra i borghi dell’arco ionico salentino.
La prima tappa è quella di Nardò per una “due giorni” di apertura all’estate salentina.
Venerdì 8 e sabato 9 luglio il centro storico neretino accoglierà tra i suoi vicoli e nelle sue meravigliose piazze artisti italiani e stranieri per un totale di 12 spettacoli diversi.
Le serate saranno arricchite dal pittoresco “mercatino di Jack Circonauta” e “Secret Show” la mini rassegna di spettacoli nelle case, dentro il Festival.
Il programma prevede la partecipazione della compagnia italo-guatemalteca di circo teatro Duo Kaos, l’argentino Rolando Rondinelli, Mike Rollins, il comico acrobata Sblattero.
Circonauta Festival è un progetto degli artisti Enzo Isernia (Girovaghi), Gianluca Marra (il grande Lebussky) e Marco De Paola (Km35), che da quest’anno si avvale del contributo di Marinella Mazzotta (AltraMarea Produzioni) per il coordinamento organizzativo.
L’edizione 2016 è stata resa possibile grazie al finanziamento del SAC Arneo e Costa dei Ginepri, e si avvale della partnership delle associazioni culturali Garage (Secret Show) e Barrio (Mercatino).
Il Circonauta Festival è un progetto culturale incentrato sulla valorizzazione e diffusione del teatro-circo e delle arti circensi.
La manifestazione mette in luce le straordinarie potenzialità delle performance di strada nel poter essere vettore dei processi di valorizzazione culturale ed architettonica dei nostri centri storici.
L’artista a cappello, che si esibisce lungo le stradine del borgo, ai margini di un sagrato, ci riconcilia con la strada e ci fa riassaporare il gusto del camminare e del contemplare.
L’arte di strada come disvelatrice di tesori inattesi: quelli del gesto artistico, che non ha bisogno di nobili palcoscenici per esprimersi, quello dei luoghi stessi, che si aprono verso una fruizione gentile.
“Il progetto nasce dalla voglia di valorizzare la figura dell’artista di strada, offrendo un contenitore di alto livello qualitativo per la performance circense contemparanea” (Enzo Isernia)
“Crediamo che sia giunto il momento di pensare all’arte di strada non come anonimo riempitivo delle caotiche notti bianche, ma come performance artistica ditata di una sua disgnità e meritevole di ricevere la ribalta che le spetta”
“Il festival non è solo pensato per offrire al pubblico dei salentini e dei turisti le eccellenze italiane ed internazionali, ma anche per dare la possibilità ai talenti nostrani di presentarsi al pubblico nel contesto di una manifestazione appositamente ideata per loro” (Gianluca Marra)
“Circonauta guarda lontano, e si candida a divenire un evento territoriale, ovvero un progetto di promozione del territorio, che si coniuga con la realtà degli operatori turistici e alberghieri, attraverso un sito destinato a offrire servizi di visibilità per il sistema dell’accoglienza turistica” (Marco De Paola).
www.circonauta.it
FB: https://www.facebook.com/Circonauta

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui