Domani la “Festa degli Alberi”

0
159

Domani si celebra la “Giornata Nazionale degli Alberi”, appuntamento promosso da Legambiente con uno scopo ben preciso: sottolineare l’importanza degli alberi per la vita dell’uomo e per la qualità dell’ambiente, sensibilizzando i cittadini al rispetto verso la natura. Da domani, e per tutto il week-end, in Italia si susseguiranno appuntamenti e incontri per enfatizzare il messaggio della manifestazione che, come detto, ha carattere nazionale.

Anche in provincia di Lecce saranno organizzate manifestazioni e, ovviamente, saranno messe a dimora varie specie di arbusti. Dal canto suo, un bel contributo sarà dato dall’Università del Salento che ha in programma la piantumazione di 50 nuovi alberi nei cortili e negli spazi aperti che fanno parte dei complessi accademici “Ecotekne” e “Studium 2000”.

In realtà, l’iniziativa predne le mosse da una poposta ben precisa, avanzata dall’associazione studentesca “Federazione degli Universitari” e condivisa dal Comune di Lecce (Assessorato alla Pianificazione e sviluppo del territorio).

Le messe a dimora delle nuove piante seguirà questo calendario: ore 10.30 nei pressi del Museo dell’Ambiente (complesso Ecotekne, via per Monteroni, Lecce); ore 14.30 nel complesso Studium2000.

Tutti i procedimenti saranno coordinati dall’Orto Botanico dell’Ateneo mentre alberi e arbusti saranno forniti dai vivai forestali dell’ARIF – Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali della Puglia.

Verde e sostenibilità ambientale sono temi particolarmente sentiti dalla nuova governance di UniSalento: due anni addietro fu proprio il neo Rettore Fabio Pollice, allora Direttore del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo, a promuovere un’iniziativa analoga presso Studium2000.

«La deforestazione – spiega il Rettore – è in aumento in molti paesi e molte delle “riserve verdi” del pianeta, dalla Siberia all’Amazzonia, dalla California all’Australia, hanno subìto un durissimo colpo a seguito degli incendi boschivi dell’estate trascorsa. Gli alberi, le aree verdi urbane e le comunità forestali sono uno dei possibili rimedi naturali al cambiamento climatico. L’Università del Salento vuole lanciare in questa direzione un segnale forte e concreto. Obiettivo dell’evento – conclude –  è quello di sensibilizzare la comunità accademica al tema della tutela ambientale e di coinvolgerla, con attività concrete, nel prendersi cura del verde universitario».

«Siamo il presente e il futuro di questo territorio – aggiunge Mattia Pacifico, (Federazione degli Universitari) – e abbiamo la responsabilità e l’obbligo di difenderlo in quanto cittadini e studenti coscienti».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui