Dolcezza e nostalgia nel libro di Michele Naddeo

0
456

Siena 1986 – New York City 1992. La storia di Marco, neolaureato in Medicina e Chirurgia, corre lungo due binari paralleli: quello del presente, che lo vede in viaggio per gli Stati Uniti insieme all’amico Thomas, e quello del suo recente passato di studente fuori sede nella città del Palio. Gli anni senesi sanciscono per Marco il passaggio dalla giovinezza all’età adulta in un percorso di crescita personale e di continua scoperta che lo porterà a vivere esperienze intense, rese ancor più vivide dalla suggestiva cornice toscana.

“Fisiologia e patologie dell’amore… Memorie senesi di uno studente fuori sede”, libro che porta la firma di Michele Naddeo, si rivela una piacevole sorpresa. E’ un racconto colto, ricco di citazioni letterarie, ricco di arte, ricco di storia ma scorrevolissimo e intrigante. Una lettura fondamentale, insomma, per chi è stato uno studente universitario fuori sede, per chi, semplicemente, è stato uno studente e per chi si è innamorato almeno una volta nella vita; in conclusione, un libro per tutti che già dopo poche pagine ti fa innamorare dei protagonisti, ti trascina nei vicoli della città d’arte nel quale è ambientato e ti accompagna passando da vicende interessanti e affascinanti fino all’ultima pagina, in un fiato.

Biografia dell’autore:

Nato a Salerno, Michele Naddeo si è laureato all’Università degli Studi di Siena nel 1993. È socio fondatore di USiena Alumni, prima Associazione di Ateneo costituitasi l’11 luglio 2014 che, di concerto con l’Università, si propone quale forza positiva della società capace di mobilitare le energie migliori delle persone cresciute culturalmente all’interno di UniSi. Vive e lavora a Lecce ed è padre di Sara.