Da Rimini con furore…salentino

0
154

Ci siamo anche noi a Rimini dove, nelle scorse ore, è stata inaugurata dal 60^ edizione del TTG  – Travel Experience di Rimini, il più importante marketplace italiano per l’industria del travel e dell’hospitality di scena fino a venerdì prossimo negli spazi del Quartiere Fieristico della città romagnola.

Oltre 2.700 espositori, 55 padiglioni, 1.000 buyer provenienti da tutto il mondo, tre grandi aree espositive, 200 appuntamenti in programma e oltre 200 speaker nei vari panel: questi i numeri che accompagnano l’evento che si snoderà attraverso una serie di iniziative, seminari, incontri, confronti e formazione tesi a evidenziare le tendenze dei prossimi mesi. Dal cambiamento climatico all’innovazione, dal turismo attivo alla transizione locale, dal food al segmento leisure, dal turismo sportivo a quello esperienziale: esperti a confronto per nuove sinergie da mettere in campo con un obiettivo comune, fare squadra a tutti i livelli con uno sguardo rivolto alle nuove esigenze del mercato.

<<La stagione turistica – il commento del Ministro Santanchè raccolto dall’Ansa – era nata sotto i migliori auspici e i primi sei mesi sono stati dei record, ma la stagione classica (quella estiva) ha subito una flessione che non ha permesso il sorpasso sul 2019. Fra i motivi hanno inciso eventi atmosferici devastanti che hanno giocato un ruolo importante, si veda il calo di afflussi in Romagna, ma anche in Sicilia, Sardegna e Puglia a causa degli incendi. L’altro motivo del rallentamento lo individuerei nella morsa inflazionistica e il caro trasporti due fattori che hanno spinto molti italiani a tagliare non dico la vacanza tout court, sebbene sia accaduto, ma senza dubbio la durata dei soggiorni. Ci sono comunque numeri incoraggianti che ci parlano di un settore in salute come il fatto che abbiamo ritrovato l’affluenza dei turisti stranieri non solo dall’Europa, ma da mercati che da tempo non erano massicciamente presenti come quello statunitense. Gli eventi sono il motore del turismo, non solo quelli grandi, rivolti alle grandi località, ma anche eventi più piccoli e di nicchia che possono rilanciare o addirittura far scoprire alcune località meno note. Un esempio per me sono i borghi italiani, un patrimonio ancora troppo sottovalutato>>.A dirla tutta, il focus sui borghi è già da tempo al centro delle azioni della Regione Puglia, ovviamente presente a Rimini con lo stand dell’Assessorato all’Industria Turistica e l’Agenzia Regionale del Turismo Aret Pugliapromozione, che per i prossimi giorni sarà il punto di incontro tra gli operatori della filiera turistica nazionali e internazionali e le imprese turistiche pugliesi, in particolare le start up impegnate nel settore.

BTM Italia è presente a Rimini con tutti gli “anelli” che compongono la catena del più ampio progetto “365 giorni  in Puglia” : a partire da Salento Review e dal catalogo “365 Giorni nel Salento”, prodotti editoriali nati per promuovere le eccellenze del territorio e tutte le realtà ad esso connesse, compresi i borghi di cui si è parlato in apertura di TTG.

<<Non potevamo non essere presenti a questa manifestazione che senza dubbio rappresenta un evento di riferimento a livello nazionale. Tuttavia, per noi  – sottolinea Nevio D’Arpa, CEO di BTM Italia – è anche un’occasione importante non solo ai fini della programmazione futura, ma anche per incontrare la maggior parte dei nostri partner nazionali che ci raggiungeranno a Bari dove torneremo a febbraio,  il 27 -28 -29, con la decima edizione di BTM Italia. Il processo di sviluppo di una destinazione tutistica, qualunque essa sia, necessita di strategie chiare e ben definite. Occasioni come queste, e come BTM, offrono momenti di incontro tra domanda e offerta e permettono di affinare progettualità mirate, da promuovere nel solco di una sinergia sempre più convidisa>>.

Anche il Comune di Vernole aderisce all’iniziativa per ragioni legate alla promozione del territorio, come spiega il Sindaco, Mauro De Carlo: <<Il turismo è e deve essere un punto centrale della nostra guida amministrativa, ed è quello che stiamo facendo, cercando di programmare la proposta turistica partecipando a eventi come questo. Siamo presenti a Rimini e saremo presenti ad altre manifestazioni di ampio respiro come, per esempio BTM Italia, a Bari il prossimo febbraio. Un territorio come il nostro, che riesce davvero a offrire tutto, dalla natura alle bellezze paesaggistiche, dalla cultura all’archeologia, con siti di innegabile interesse come, per esempio le Cesine, deve puntare su una programmazione attenta e capace di intercettare un numero sempre crescente di visitatori. Ed è quello che faremo, con una presenza attiva anche in contenitori come questi>>.