Continuano le adesione al #buonepraticheday

2
217

Sono in continuo aumento le adesioni all’iniziativa #BUONEPRATICHEDAY, i primi Comuni sono stati Lecce, Caprarica di Lecce, Lequile, Specchia, Castrignano dei Greci ed altri se ne stanno aggiungendo in questi giorni. Tra le Confederazioni agricole si contano Confagricoltura Puglia, Unione Provinciale Agricoltori di Lecce e Legacoop Puglia.
“Auspichiamo che la lettera del Ministro Martina sia arrivata anche alle altre Confederazioni agricole perché il 16 Aprile sia una giornata all’insegna della tutela del territorio, senza bandiere ma con un unico fine il futuro del Salento” – affermano dal Comitato. Non si fanno attendere neanche le imprese contoterziste: Salento Alimentari & servizi s.r.l. di Spongano e Sole di Paiano Italia di Ugento che nella giornata di Giovedì 16/04/2015 metteranno a disposizione gratuitamente i propri mezzi a servizio dei privati cittadini e dei Comuni. Viste il numero di partecipanti e per un proficuo svolgimento dell’evento, il Comitato Voce dell’Ulivo chiede ai sindaci di coordinare direttamente le operazioni su suolo pubblico e allo stesso tempo di contribuire a sollecitare le aziende del territorio affinché condividano l’iniziativa delle #BUONEPRATICHEDAY. Importante l’adesione del Parco Dune Costiere, che per il tramite del suo Presidente Enzo Lavarra, (già consigliere per il Mezzogiorno del Ministro Maurizio Martina) plaude all’iniziativa con le seguenti parole: “La vostra iniziativa è di grande valore.
I 100 trattori di imprese private messi a disposizione di tutta la comunità salentina sono prova emblematica del vostro essenziale protagonismo. Segnano la necessità della urgenza e della concretezza delle azioni contro la diffusione del flagello. Tutta la Puglia vi deve solidarietà attiva e operosa. Saremo con voi il 16 e con voi combatteremo per coniugare l’emergenza con la prospettiva. Dalle risorse per il ristoro a quelle per la ricerca a un piano nazionale per il rilancio della olivicoltura salentina, pugliese e nazionale”.
Dal Comitato tengono a precisare: “è un’iniziativa finalizzata, ad anticipare le consuete operazioni di sfalcio ed aratura (meglio conosciute come buone pratiche agricole) al mese di aprile, anziché maggio, per ottenere l’abbattimento della popolazione dell’insetto vettore giovane che in questo periodo si trova sulle erbe spontanee”. Sempre dal Comitato: “il risultato dell’anticipazione di un mese di queste pratiche, ha come effetto il contenimento del Co.Di.Ro e la drastica riduzione dell’utilizzo di fitofarmaci.”
Infine riferiscono dal Comitato: “continueremo a segnalare agli organi competenti i possessori di terreni, che a nostro avviso, non stanno rispettando il contratto di condizionalità previsto per l’accesso ai contributi PAC, cosi come provvederemo a segnalare gli Enti pubblici che continuano ad ignorare l’ordinanza del Commissario. Ribadiamo che in questa battaglia TUTTI devono fare il proprio dovere!”
La positività scaturita dal #BUONEPRATICHEDAY è già nell’aria: “SCRIVIAMO INSIEME UNA BELLA PAGINA DELLA NOSTRA STORIA”.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui