BTM InterAzioni: da Trani l’accento su autenticità, eredità dei luoghi e formazione

0
129

La giornata di ieri a Trani, dove esperti e professionisti del settore turistico si sono incontrati nel corso di BTM InterAzioni, nelle sale della Biblioteca Comunale Giovanni Bovio, ha offerto interessanti spunti di riflessione per accendere un faro sul futuro di un segmento ricco di sfaccettature e opportunità
Nello specifico, i tre panel costruiti da Mary Rossi, Evenet Manager di BTM, hanno aperto una finestra su argomenti assolutamente attuali e interessanti, mirati a offrire nuovi punti di vista su cui riflettere.
Nel primo dei tra appuntamenti ci si è soffermati sull’eredità dei luoghi, intesi come patrimonio di crescita e, al tempo stesso, di innovazione. Dai borghi più suggestivi ai centri in grado di esercitare un certo appeal sui viaggiatori, passando per due pilastri dell’offerta turistica: enogastronomia e wedding. Interessante, in tal senso, la testimonianza di nomi prestigiosi del settore: Serena Ranieri, esperta di wedding tourism, Antonio Marzano, specializzato in destination wedding, Erica Croce, esperta di turismo enogastronomico e Roberto Giovannini, direttore di Borghi & Città magazine (che ha offerto il proprio contributo in collegamento video).
Fondamentale l’apporto di FondItalia e Federterziario che, attraverso gli interventi di Paola De Pascalis (area contrtolli FondItalia) e Stefano Romanazzi (rappresentante di Federterziario Puglia) hanno posto l’accento sul mondo legato figure professsionali, parlando di competenze, evoluzione del mercato con riflessioni sull’incontro tra domanda e offerta.
Con il secondo panel, incentrato soprattutto sull’accoglienza, si è entrati più nello specifico, dando risalto all’incremento del profitto con il metodo scientifico dedicato agli hotel. Con il prezioso contributo degli Insiders (Alesssandro Stefanio, Gianluca Metrangolo e Raniero Lomartire, tutti manager di provata esperienza nel settore hospitality), sul palco tranese si sono avvicendati esperti nazionali del settore manageriale: da Giovanni Maugeri, specializzato in strategie per hotel, ad Emanuele Tesfai, espero in sistema USALI; da Marco Volpe, consulente ed esperto di sistemi turistici digitali, a Benjamin Guidi, Founder di Spring Marketing.
<<Incontri come questi sono un’opportunità per stringere nuove amicizie, avviare nuove collaborazioni e soprattutto per aprire la mente, in modo da avere una visione globale che ci permetta di cogliere le opportunità del momento e affinare gli strumenti a nostra disposizione per vincere le sfide del futuro>>, così Nevio D’Arpa, CEO & Founder di BTM Italia.
L’assessore regionale al Turismo, Gianfranco Lopane, si è soffermato sull’importanza dei piccoli centri, sul potenziale di realtà non prorpiamente mainstream che, come ha spiegato nel suo intervento, rappresentano un potenziale su cui investire: dai borghi alle realtà più autentiche, quelle che permettono ai viaggiatori di entrare in contatto con gli angoli segreti e più autentici del territorio.
<<La Puglia è nota per le destinazioni classiche, Valle d’Itria, Salento, Gargano – ha spiegato -, ma il grande potenziale di questa regione sta nei territori dell’entroterra. Questo concetto lo avevo già enunciato subito dopo la mia nomina da assessore e lo confermo con fermezza ancora oggi. Dare risalto a queste realtà ricche si storia, cultura e tradizione, significa allungare il periodo di stagionalità, investendo su un patrimonio apprezzato da tutti>>.
BTM InterAzioni, dopo gli appuntamenti di Lecce, Otranto e Trani adesso cede il passo a BTM Italia che, dall’1 al 3 marzo 2023 si terrà a Bari (Fiera del Levante).

Il format itinerante riprenderà dopo l’evento.
Un ringraziamento particolare va anche a Michele Bruno (BTM Gusto) che, a fine lavori, ha proposto un assaggio delle prelibatezze pugliesi.