Art&Co Gallerie, un faro sempre acceso sulla bellezza

0
465

La pandemia non fermerà la voglia di bellezza che alberga in ciascuno di noi. Lo sa perfettamente Tiziano Giurin, fondatore di Art&Co Gallerie, professionista del bello, gallerista appassionato e sempre pronto a raccogliere nuove sfide. Ed è proprio con questo spirito tenace che ha realizzato, a Lecce, qualcosa che va oltre il concetto di galleria tout court. Il Palazzo delle Arti in Via 47° Reggimento Fanteria risponde ad un’esigenza ben precisa: creare una connessione tra opera d’arte, artista e visitatore, in un percorso emozionale in grado di offrire esclusività e unicità.

Una creatura dall’anima policroma, già bella di suo, enfatizzata dai capolavori esposti, cresciuta mattone dopo mattone sotto lo sguardo innamorato di Giurin che ha seguito personalmente i lavori, in nome di quel legame speciale che rende unico tutto ciò a cui si dedica.

E questo amore lo trasmette anche attraverso la tecnologia, inviando messaggi ad amici e conoscenti per ricordare gli appuntamenti da non perdere, con foto, didascalie e descrizioni sempre dettagliate di questa o quell’altra opera esposta in galleria, creando un hype personalissimo ed efficace. Del resto, una delle doti di Giurin è proprio quella di saper trasmettere il concetto di bellezza e universalità dell’arte anche solo con due parole, coinvolgendo senza difficoltà anche chi di arte ne sa poco e niente. Una passione contagiosa, la sua, che si traduce in movimento continuo.

Gli abitanti di questo regno della bellezza condividono uno spazio privilegiato. Lo sguardo si posa sulle sculture di Rabarama, Arman, Facchetti, Dalì, accarezza i colori delle opere di Ugo Nespolo o i tratti sempre attuali dei volti femminili disegnati da Giosetta Fioroni, passando per le installazioni di Marco Lodola e la realtà metafisica di Giorgio De Chirico.

Il risultato è sempre lo stesso: incanto e meraviglia catturano il visitatore in un gioco di luci e spazio che diventa il sussurro universale dell’arte.

In attesa di poter riaprire al pubblico (il Decreto Legge ha sancito la chiusura di musei e luoghi della cultura  fino al 6 aprile) Tiziano Giurin ci regala un’anticipazione.

<<Presto ospiteremo alcune importantissime opere museali di Salvador Dalì, Giorgio De Chirico e Francis Bacon. Lecce merita quest’attenzione, del resto la mission di Art&Co  – spiega – è da sempre quella di avvicinare il pubblico all’universo dell’arte, rendendola fruibile a chiunque. Tante anime, seppure diverse, possono incontrarsi in nome della bellezza, della cultura e di tutto ciò che è straordinario>>.