Alessandra Amoroso ospite d’eccezione a La Terrazza “Tutti al mare!”

0
70

Finale con il botto per la sesta stagione de La Terrazza “Tutti al mare!” di San Foca di Melendugno, del progetto solidazle nazionale “Io Posso”.

Ospite a sorpresa ieri, nell’ultima giornata di apertura del primo accesso attrezzato al mare per malati di SLA realizzato dall’associazione 2HE, è stata Alessandra Amoroso.  La cantante salentina è da tempo in contatto con i referenti di “IO POSSO”, di cui conosce bene obiettivi e attività, portate avanti tutto l’anno, per l’inclusione sociale attraverso progetti di turismo accessibile. Ieri, per la prima volta, ha raggiunto la Terrazza per un saluto agli ospiti della struttura. Con loro, e con i referenti di 2HE, ha trascorso mezz’ora tra saluti e scatti al cellulare, tutti rigorosamente in mascherina. Non ha risparmiato simpatici rimproveri a chi non la indossava e chiedeva di fare una foto senza.

«Mi raccomando – ha ripetuto fermamente – indossatela, è importante, dobbiamo uscire da questo disastroso periodo e lo possiamo fare solo con distanziamento e sicurezza».

Sorridente, gioviale e carina come sempre, Alessandra Amoroso indossava un paio di jeans e maglietta bianca con sopra scritto “IO POSSO è vincere ogni giorno”, regalatale da Giorgia Rollo, presidente di 2HE.

«Oggi mi trovo in questo speciale lido che vi invito a visitare, ormai il prossimo anno perché oggi chiude la sua stagione, perché racconta di amore, fratellanza, amicizia e speranza».

La Terrazza “Tutti al mare” è la struttura, nata da un’idea di Gaetano Fuso, che per prima ha permesso di fare il bagno anche a persone con gravissime disabilità motorie, immobilizzate e/o dipendenti da macchinari elettrici, mettendo gratuitamente a disposizione postazioni riservate, anche con colonnine d’ossigeno, un’infermeria, 12 ausili di diverse tipologie per l’ingresso in acqua, personale infermieristico, due ampi bagni accessibili con doccia e acqua calda, in due mesi e mezzo di apertura ha accolto 162 ospiti con disabilità che hanno scelto di fare un bagno in sicurezza nella struttura di IO POSSO. Si tratta di numeri importanti, se consideriamo il profondo impatto che il il COVID ha avuto sull’organizzazione e sula vita delle persone (molte delle quali, hanno dovuto rinunciare alle proprie vacanze per motivi precauzionali).

Rispetto al 2019, quindi, si è registrato un calo del 48% degli ospiti e del 30% delle presenze giornaliere in generale. A parte la Puglia, le regioni più presenti sono state Lombardia, Campania e Lazio. La patologia più rappresentata è la SLA (8%) seguita dalle altre forme di distrofia. 

La stagione 2020 è stata realizzata anche grazie al contributo di Città di Melendugno, Polizia di Stato, ASL LECCE e AISLA, con il supporto di VIVISOL, ma soprattutto grazie alla grande rete di sostenitori del progetto IO POSSO in tutta Italia.

«Siamo felici di aver aperto un varco verso l’accesso al mare per tutti. Da quel varco siamo passati per primi ma adesso siamo fieri di essere in tanti: questa è per noi la più grande soddisfazione. Nonostante le difficoltà di questo pesante periodo – conclude Giorgia Rollo, presidente dell’associazione 2HE – continuiamo infatti a ricevere richieste di know how e collaborazione per l’apertura di strutture simili alla nostra in tutta Italia».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui