Aeroporti di Puglia: il 2019 è stato l’anno dei record

0
245

Il 2019 è stato, per Aeroporti di Puglia, l’anno dei record.

A sancirlo sono i numeri relativi agli arrivi e alle partenze registrate sia a Bari che a Brindisi. Si parla complessivamente di 8.225.394 passeggeri, con un incremento pari al 9,8% rispetto all’anno precedente.

Il traffico di linea nazionale è cresciuto del 5,2%, ma i grandi numeri arrivano con il traffico internazionale che, con i suoi 3.129.333 passeggeri, ha segnato un +18% rispetto al 2018.

L’aeroporto di Bari ha superato un traguardo storico: nel 2019, infatti, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati 5.531.580, +10,2% rispetto al totale 2018; di questi, 2,41 milioni (+18%) si riferiscono ai voli di linea internazionali.

Eccellente anche il dato di Brindisi dove, nel corso dell’anno appena concluso, sono stati registrati 2.693.814 di passeggeri, il +8,9% rispetto al 2018.

In crescita dell’8,7% il traffico charter, a ulteriore conferma della forte vocazione turistica dell’area sud-est; incremento del 18% della linea internazionale, i cui passeggeri sono stati circa 720.000.

«Fondamentale per raggiunge i risultati ottenuti – sottolinea il presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti – è stato l’avvio di numerose rotte strategiche per la crescita ragionata del network, specie di quello relativo alle aree di grande interesse per il mercato pugliese. Per il nuovo anno sono previste 14 nuove rotte, già annunciate, tra le quali: Lione, Cefalonia, Spalato, Parigi Orly, Danzica e Copenaghen da Bari; Dublino, Vienna, Lussemburgo, Malta, Kiev, Mosca, Catania e Palermo da Brindisi, che miglioreranno ulteriormente il già eccellente livello di accessibilità aerea della nostra rete».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui