"A far l'Amore…" a Lecce il Festival della sessualità consapevole

5
399

Il nome, invitante, richiama il titolo della famosissima canzone di Raffaella Carrà, che così spregiudicata e trasgressiva per i suoi tempi, è diventata subito icona dell’amore libero e universale.
“A far l’Amore…”: non poteva chiamarsi altrimenti il primo “Festival della sessualità consapevole” in programma a Lecce, in concomitanza della Settimana del benessere sessuale (28 settembre – 3 ottobre).
Per la prima volta un festival per discutere apertamente di un argomento, pruriginoso e trasversale, ritenuto da molti, però, ancora un tabù.
Tra amici è sicuramente uno dei discorsi più ricorrenti, ma poi? Chi riesce a parlarne apertamente? Chi non ha paura ad esporre le proprie fantasie o paure, o dubbi? Come si pongono i genitori nei confronti dei primi approcci dei figli?
“Non sempre quello che si dice sul sesso è corretto: la ricerca di informazioni è diventata estremamente facile grazie alla rete, tuttavia è allo stesso tempo semplice trovarsi di fronte a dati inesatti o spiegazioni prive di fondamento scientifico – spiegano gli organizzatori del Festival -. È questa la riflessione che fa nascere l’idea di organizzare anche a Lecce una serie di iniziative che promuovano informazioni corrette su sessualità e benessere sessuale”. E promettono: “Sarà una settimana di approfondimenti sulla sessualità tra piacere e benessere, incontri d’autore e allestimenti tematici”.
Piacere, certo, ma anche prevenzione e consapevolezza: il benessere sessuale è un concetto molto più ampio di quello che si può pensare. “La centralità della salute sessuale per l’individuo e per la collettività è stata ribadita dalle più importanti organizzazioni internazionali, come l’Unesco, l’Unfpa, l’Oms e la Was – fanno sapere gli organizzatori -. In particolare l’Organizzazione mondiale della sanità, negli “Standard per l’Educazione sessuale in Europa”- Guida alla realizzazione, tradotti e curati dalla FISS nell’edizione Italiana, ha sottolineato il ruolo della promozione della salute sessuale, della prevenzione precoce dei problemi e disturbi sessuali e della promozione di stili di vita salutari. Ma ancora oggi le recenti stime ci dicono che i disturbi legati alla sessualità colpiscono circa 16 milioni di italiani, un numero importante di persone che, per un qualche motivo, non riescono a vivere serenamente la loro vita affettiva e sessuale. Accanto a queste cifre c’è un sommerso che non emerge per una difficoltà legata a imbarazzo, vergogna, tabù o disinformazione”.
Parlare è sempre il percorso migliore da intraprendere per arrivare alla conoscenza, ed ecco la novità e l’importanza di un festival su un argomento che, alla fine, interessa tutti.
Il progetto, che si svolgerà presso Palazzo Vernazza, è promosso nell’ambito del progetto Lu Pilu e Lu Nsartu da “Lila -Lega italiana per la lotta contro l’Aids” di Lecce; dalla “Fiss – Federazione italiana di sessuologia scientifica”; da La Valigia Rossa, in collaborazione con Radio Flo, l’Assessorato Turismo, Marketing Territoriale, Spettacoli ed Eventi del Comune di Lecce, e vede “I Move Puglia”, social media partner.
La settimana del Festival si apre oggi, con un happening musicale a cura di Gianni Rotondo per poi proseguire con l’inaugurazione degli allestimenti “La sensualità in uno scatto” appunti e fotogrammi a cura di Luciana Manco con le fotografie di Alberto Caroppo, Federica Maristella, Michaela Stifani; “I corpi di Edoardo” mostra/laboratorio sulle tracce di Edoardo De Candia, a cura di Mauro Marino e Big Sur Lab. Introduce Stefania Quarta del progetto Lu Pilu e Lu Nsartu.
A seguire poi la presentazione in anteprima nazionale del libro “In viaggio con La Valigia Rossa. Indagine casuale e semiseria sulla sessualità delle italiane di oggi” (Ed. Zona) di Francesca D’Onofrio, psicoterapeuta e consulente de La Valigia Rossa, un’indagine da cui, pare, non ne usciamo poi così bene: stereotipi, ruoli, pregiudizi e tabù (che pure largamente si sono ritenuti superati) in realtà continuano ad abitare le stanze della nostra intimità.
Gli appuntamenti continueranno mercoledì 30 con un approfondimento che partendo dalla figura di Edoardo De Candia arriverà alla libertà di essere e di essere corpo. Così dalle 19.00 I corpi di Edoardo, una mostra/laboratorio sulle tracce di Edoardo De Candia a cura di Mauro Marino e Big Sur Lab con i contributi di Maurizio Nocera, Maurizio Buttazzo, Fernando Bevilacqua, Motus, Silvia Mangia, animerà il salotto allestito a Palazzo Vernazza ospitando dialoghi aperti con Maurizio Buttazzo fotografo, Fernando Bevilacqua fotografo, Giovanna D’Alema e Gaia Barletta Ass. LeA Liberamente e Apertamente, Francesco Maggiore Big Sur.
Venerdì 2 ottobre dopo l’avvolgente musica di Gianni Rotondo sarà poi la volta di Un calice di vino con la sessuologa.In un clima intimo e accogliente Viviana Bello, del coordinamento nazionale della LILA nonché presidente Lila Lecce ed Errica Goffredo, consulente La Valigia Rossa, dialogheranno su piacere e protezione con Roberta Rossi, psicoterapeuta sessuologa e presidente della FISS invitata a Lecce per l’occasione. I partecipanti avranno così la libertà di scrivere su un foglio bianco, rigorosamente anonimo, le curiosità e le domande dei partecipanti a cui le esperte risponderanno sfatando luoghi comuni e falsi miti, rompendo i pregiudizi e promuovendo informazioni corrette e scientificamente provate. Sarà questa la modalità con cui con un calice di vino in mano si favorirà l’approfondimento e la promozione armonica della sessualità come dimensione fondamentale della persona.
Sabato 3 ottobre aprirà la serata un happening musicale con Blow Up Duo a cui seguirà la presentazione del libro“Bagnami” di Le Staroccate (Ed. Damster) in cui sette autrici, prima di tutto amiche, raccontano l’eros, l’amore, la passione, la libertà, la voglia di esprimersi nella propria totalità. Converseranno intorno alle storie delle sette autrici Federica D’Ascani scrittrice, l’ottava amica, e Luciana Manco, scrittrice pubblicista su Wall Street International Magazine.
Ogni giorno, dal 28 settembre al 3 ottobre, dalle 18 alle 21 si potranno visitare vivere la suggestioni delle installazioni allestite per l’occasione a Palazzo Vernazza:
La sensualità in uno scatto, appunti e fotogrammi a cura di Luciana Manco con le fotografie di Alberto Caroppo, Federica Maristella, Michaela Stifani
I corpi di Edoardo, mostra/laboratorio sulle tracce di Edoardo De Candia, a cura di Mauro Marino e Big Sur Lab.

5 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui